Ginnastica posturale: i benefici per chi soffre di disturbi alla schiena

Ginnastica posturale: i benefici per chi soffre di disturbi alla schiena

Cos’è

La rieducazione posturale, nota anche come ginnastica posturale, è una specifica metodica che consiste in una serie di esercizi da eseguire in presenza di problematiche alla colonna vertebrale legate a una scorretta postura. La rieducazione posturale è composta da movimenti volti a ristabilire l’equilibrio muscolare e a migliorare la capacità di controllo del corpo: questi esercizi, che sono capaci di agire su zone del corpo rigide o doloranti, hanno sia una funzione di terapia che di prevenzione. L’obiettivo finale è, dunque, quello di rieducare il corpo umano ad eseguire i movimenti in modo corretto e ad assumere la giusta postura nella quotidianità.

Funzionamento

La rieducazione posturale aumenta l’elasticità e la tonicità dei muscoli attraverso delle particolari tecniche di allungamento; inoltre, attraverso tecniche mirate, agisce sulla capacità motoria e sulla respirazione. Anche la forza e la resistenza vengono allenate, tramite attività di rinforzo muscolare, e si dà molto spazio anche alla capacità di concentrazione, di auto-rilassamento e di gestione dello stress.

Indicazioni Terapeutiche

La rieducazione posturale è indicata a chi soffre di disturbi posturali alla colonna vertebrale, con lo scopo di riequilibrare le tensioni muscolo-legamentose del corpo. La terapia risulta utile anche come trattamento post-operatorio, quando l’intervento chirurgico ha avuto luogo in alcuni distretti muscolari o articolari. La ginnastica posturale è anche una preziosa tecnica riabilitativa, per esempio in caso di protesi all’anca, distorsioni, operazioni al menisco, ed è un efficace metodo per prevenire patologie articolari e scheletrico-muscolari, rivelandosi utile in caso di persone sedentarie e predisposte a problemi posturali.

Come si esegue

Una seduta di rieducazione posturale, che può essere individuale o di gruppo, dura circa un’ora e mezza. I diversi esercizi vengono personalizzati in base ai singoli bisogni e vanno eseguiti lentamente: l’attenzione viene stimolata per prendere coscienza di ogni movimento, è necessario prestare attenzione alla posizione acquisita e all’allineamento. La respirazione gioca un ruolo fondamentale: deve essere regolare e continua, scandendo i tempi e le pause.

Controindicazioni

Per evitare spiacevoli effetti collaterali e controindicazioni, le regola della ginnastica posturale vanno tassativamente rispettate. Gli esercizi vanno eseguiti correttamente, per evitare danni o effetti contrari a quelli desiderati. Per esempio, alcuni esercizi apparentemente utili possono essere controindicati in soggetti affetti da lombalgia o ernia discale, e l’iperestensione può danneggiare la colonna vertebrale in caso di lordosi.

Vuoi saperne di più?

Chiudi il menu